ULTIMI ARTICOLI

Blog

Il Barolo a Venezia

PRINCIPESSA - CONTERNOterno

Ciao, bentrovati e benvenuti alla corte del Principessa!

Come vi avevamo anticipato nei precedenti articoli e nella newsletter di questa settimana (se non siete ancora iscritti, clicca 👉 qui), il ciclo di cene degustazione Bocconi di…Vini tornerà presto con un quarto appuntamento.

Chi sarà il prossimo ospite? Quando ci sarà la prossima cena degustazione? In quest’articolo vi sveliamo tutto… buona lettura.

 

Dalle Langhe con furore

……

 

CONTERNO-A-VENEZIA

Dal cuore della laguna voliamo direttamente nel cuore delle Langhe: la prossima cena di Bocconi di…Vini vedrà la partecipazione, infatti, della prestigiosissima azienda agricola piemontese Franco Conterno:

L’eccellenza piemontese Franco Conterno è una vera e propria istituzione nel panorama vitivinicolo italiano. L’azienda produce annualmente dalle 120 alle 150 mila bottiglie. Dai suoi vigneti nascono quattro etichette D.O.C.G. che sono: Barolo Pietrin, Barolo Panerole, Barolo Riserva Bussia e Barolo Riserva Sette7anni. La sua produzione vanta anche vini D.O.C. tra cui il Barbera d’Alba Superiore, Dolcetto d’Alba, Langhe Nebbiolo e Langhe Chardonnay.

La straordinaria natura del terreno, il perfetto microclima e l’ottima esposizione verso sud/sud-ovest permettono di ottenere vini dalle caratteristiche organolettiche uniche e preziose. Il tutto combinato ad un lavoro meticoloso. Pensate che ogni ettaro – l’azienda ne ha ben 28 – richiede all’anno 630 ore di lavoro manuale, un totale quindi di 17.640 ore 😲!

 

Dedichiamo ai nostri vini cure infinite che permettono agli amanti dei grandi e nobili vini piemontesi di gustare un prodotto di assoluta qualità.

Franco Conterno

 

Radici profonde: la forza dell’azienda Conterno è… la famiglia

……

Cascina Sciulun, in frazione Bussia di Monforte d’Alba, è l’antico podere risalente al XIX° secolo dove è nata e si è evoluta l’azienda agricola Franco Conterno.
Da sempre appartenuta alla famiglia, è stato il nonno Pietro a destinare i 18 ettari di terreni di proprietà alla coltivazione di vigneti di Nebbiolo, inizialmente destinati ad altre cantine per la vinificazione.

L’attività è passata poi al figlio Giacomo e, da questi, al nipote Franco, il quale ha preso il timone della cantina nel 1995 insieme alla moglie Vilma e ci ha messo la faccia dando il proprio nome e la propria identità all’azienda.
Negli ultimi anni sono entrati in società anche i due figli di Franco – Daniele e Andrea – che, seguendo le orme del nonno, hanno portato con sé freschezza e innovazione, continuando l’attività familiare e curando con passione e dedizione le proprie vigne.

A tu per tu con…

••••••

Abbiamo intervistato uno dei figli di Franco Conterno, perché chi meglio di lui può presentare l’azienda? Passiamo dunque la parola a Daniele Conterno, che si è gentilmente concesso ai nostri microfoni !

Passiamo dunque la parola a Daniele…

RP: Ciao Daniele, grazie mille per la tua disponibilità. Ti sembrerà una domanda scontata, ma come mai ti sei avvicinato al mondo del vino?
D: Ci sono nato!!! Sono la quarta generazione della mia famiglia, da sempre produciamo vino, anche se la svolta vera è arrivata nel 1994 con mio papà (Franco Conterno) che ha scelto di puntare tutto sul vino abbandonando la frutta e l’allevamento che prima erano parte dell’azienda.

RP: E come definiresti la tua azienda?
D: Sincera e familiare! Non perché le altre non lo siano, ma credo fermamente che ciò che facciamo lo facciamo con passione e sincerità, nel bene e nel male, dalla produzione al “metterci la faccia”!

RP: Usa solo tre parole per descrivere i vini di vostra produzione…
D: Qua è difficile! Credo che i vini rispecchino sempre il produttore quindi ahimè mi tocca ripetere: sinceri, conviviali, espressivi!

 

A-tu-per-tu-con-Conterno

 

RP: Ma secondo te, qual è la caratteristica più importante di un vino?
D: Rispecchiare la filosofia del produttore, dell’annata di produzione e della terra. Non deve esserci una “ricetta” uguale tutti gli anni ma deve essere un’ interpretazione del frutto di un anno di lavoro in vigna e non di due ore di cantina!

RP: E se tu fossi un vino, saresti…
D: Qua non posso che dire un Barolo, sicuramente perché invecchio bene 😄, perché sono un po’ austero ma se aperto nel momento giusto credo di poter dare il meglio!!! E credo sia una caratteristica di tutta la nostra famiglia, mamma a parte che vedrei meglio in una buona Barbera!

RP: Passiamo ora all’argomento caldo dell’intervista… Diamo qualche anticipazione sulla serata Bocconi Di..Vini che vi vedrà protagonisti il prossimo 12 Novembre. Ci puoi già rivelare una delle bottiglie che la faranno da padrona?
D: Sicuramente credo la serata sarà centrata sul Barolo riserva Bussia… in diverse annate con diverse caratteristiche….e sicuramente ci sarà un fuori programma… magari magnum… magari anni ’90… magari in grande annata come il 1999 o 1997… magari ho già detto troppo 😄!

RP: In vino veritas… dicci una verità scomoda. Qual è il peggior vino che hai mai bevuto?
D: Non credo ci siano vini “cattivi”, credo ci siano vini che a me non piacciono ma per altri sono perfetti, sicuramente ci sono bottiglie che ho comprato e non mi son piaciute, ma le ho ricomprate, credo sempre nelle seconde possibilità, qualche volta è andata male anche al secondo tentativo! Le verità scomode nel mondo del vino sono molte (come in tutti i settori) ma queste escono solo dopo un bicchiere di Barolo in più!

RP: A questo punto non possiamo che chiederti qual è la miglior bottiglia che tu abbia mai stappato…
D: Credo che a rendere indimenticabile una bottiglia di vino ci siano anche il contesto in cui lo si beve… per me le bottiglie perfette ad oggi sono due: Barolo Gran Bussia 2000 – poderi Aldo Conterno (bottiglia da 5 L) e lo Champagne millesimo 1996 – Krug (1.5 L).

RP: Grazie mille Daniele, è stato davvero un piacere parlare con te. Non vediamo l’ora di accoglierti per la serata del 12 Novembre e farti finalmente conoscere i nostri ospiti. A presto!

••••••

Nell’intervista abbiamo detto la data della prossima cena Bocconi Di…Vini, ci avete fatto caso?

 

Bocconi-di-Vini-con-Conterno

 

Quindi non prendetevi appuntamenti per Venerdì 12 Novembre perché sarà una serata piena di sorprese… quali? Molto presto ve lo diremo 🍷🧀.

Compilando il form qui sotto potrete iscriverti alla nostra lista dedicata per ricevere in anteprima assoluta il programma della cena ed essere tra i primi a poter prenotare. Ricordatevi che i posti sono limitatissimi!

ristorante-principessa-venezia-logo-forchette

IL VERO BRUNCH VENEZIANO

••••••

Un ottimo brunch in una location unica ed invidiabile ti farà iniziare una giornata da sogno. Vieni a provare le nostre tentazioni dolci e salate.

SEGUICI SU

facebook-logoinstagram-logotripadvisor-logo